Avarie in mare, diportisti soccorsi dalle motovedette

Capitaneria di porto

GALLIPOLI- Se non fosse stato per il tempestivo intervento della Guardia Costiera, questa domenica di luglio sarebbe stata decisamente tragica: due imbarcazioni sono state tratte in salvo al largo di Santa Maria di Leuca la prima e verso le coste elleniche la seconda. Le operazioni sono state rapide e tanto ha fatto sì che per i diportisti in difficoltà non ci fossero gravi conseguenze.

Il primo sos è partito da uno yacht di 12 metri circa, ad almeno 30 miglia dalla costa salentina, che per una falla allo scafo ha cominciato ad imbracare acqua. Il secondo invece è arrivato da un’altra imbarcazione il cui motore, a quasi 23 miglia dalle coste greche, ha avuto seri problemi.

I passeggeri del primo natante, come da protocollo, si sono trasferiti sui tender in attesa dei soccorsi che non si sono fatti attendere.

Gli uomini della capitaneria di Gallipoli, coordinati dal comandante Giacomo Cirillo, hanno avviato immediatamente le procedure di salvataggio, hanno caricato i passeggeri a bordo delle motovedette e poi trainato fino al porto di Leuca il natante.

Poco dopo, nello stesso porto, è arrivata l’altra imbarcazione, quella diretta verso la Grecia, anch’essa trainata dalle motovedette.

In entrambi i casi si può parlare di una storia a lieto fine.