Zona Franca urbana, Stefàno scrive alla Regione

ippazio_stefano

TARANTO- Zona Franca urbana. Taranto insieme ad Andria e Lecce doveva rientrare nella fascia delle aree urbane avvantaggiate dalle agevolazioni fiscali di cui avrebbero beneficiato le attività imprenditoriali in evidente stato di crisi economica sul territorio. Il sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno, chiede chiarimenti e garanzie per la città all’assessore regionale allo sviluppo economico Loredana Capone. La lettera del primo cittadino è stata inviata per conoscenza anche al governatore Vendola.

«Dopo aver appreso dagli organi di stampa notizie sulle Zone Franche Urbane e sulla posizione della Regione Puglia – ha scritto stefàno –  avverto l’esigenza di inviarLe questa nota allo scopo di ricevere puntuali notizie e garanzie per Taranto, considerato che Taranto rientrava nel novero delle città già riconosciute nel 2007 dal Governo nazionale, risultando saldamente attestata nelle prime posizioni di graduatoria”. Il sindaco prosegue: “E’ una questione di importanza strategica per il nostro territorio, per cui non possiamo nemmeno lontanamente immaginare che, dopo un lungo, tortuoso e difficile cammino per giungere a quel riconoscimento, possano frapporsi ipotesi di lavoro che ne compromettano il raggiungimento”.

Stefàno ha poi aggiunto: “Non ci stancheremo mai di sostenere, e con particolare forza, che Taranto ha bisogno di fattori di rilancio e di crescita come la Zona Franca Urbana, considerato l’alto tasso di tributo che ha pagato per la crescita economico-industriale del nostro Paese”. E infine l’affondo del sindaco: “Riteniamo necessario sentire sempre più stretta la vicinanza delle istituzioni, in primis quella regionale, in questo sforzo di ripresa economica che il capoluogo jonico sta mettendo in atto. E’ per queste ragioni, sinteticamente rappresentate, che Le chiedo elementi di chiarezza e di garanzia per Taranto