Mortale Cerano, su Facebook il commosso addio al giovane vocalist

casole 5

SAN PIETRO VERNOTICO- “Sempre il sorriso stampato in faccia. Tu si che sapevi vivere la vita”.  Giuseppe Casole lo ricordano così, sulla bacheca comune di facebook, gli amici e tutte le persone che lo avevano conosciuto. Ancora increduli, senza parole gli affetti più stretti. Un corollario di pensieri sparpagliati nel social network, video e foto che lo ritraggono come un ragazzo solare, divertente, mentre faceva quello che sapeva fare meglio, il deejay. Il sogno di tutta un vita.

Il noto vocalist 23enne di San Pietro Vernotico aveva inforcato lo scooter con l’amico 17enne, Antonio Costantini
percorrendo la litoranea Cerano-Tuturano, quando, nel primo pomeriggio, per cause ancora in corso di accertamento, il mezzo a due ruote ha impattato frontalmente con una Peugeot guidata da una 48enne di trepuzzi.

Dopo lo schianto, le condizioni giovane erano già gravissime. Del tutto inutile la corsa all’ospedale Perrino, dove poco dopo è deceduto.

L’intera comunità di San pietro è tutt’ora sconvolta, incapace di credere che uno dei suoi figli, popolare grazie al lavoro da vocalist e di organizzatore di eventi che lo avevano reso noto in tutto il brindisino, non ci sia più.

Aveva fatto della musica il suo mestiere, come testimoniava la chiave di violino tatuata sul braccio, su e giù per il salento per esibirsi negli stabilimenti balneari della Puglia.

E’ la stessa persona che ha presentato con dolcezza la sua mamma al pubblico di facebook, la stessa persona che con l’ironia e con irruenza ha fatto breccia nel cuore di un’intera generazione di giovani. Ora rimane il cordoglio, la pena per una cittadina e per i famigliari che hanno perso per sempre il sorriso di un figlio.

Ci credeva davvero lui, e lo scriveva sul web, che in quel microfono ci metteva non solo la voce, ma anche il cuore.