Francavilla 2014, Bruno risponde a Bianco: “C’è bisogno di un politico, no di un moderato”

maurizo-bruno

FRANCAVILLA- Altro che moderato. Per Francavilla ci vuole un sindaco che sia un “politico”, che conosca i meccanismi dell’apparato burocratico, che sappia tener testa a chiunque. Maurizio Bruno, candidato in pectore del Partito Democratico, risponde così a Domenico Bianco, coordinatore cittadino di Udc e Noi Centro che, qualche ora prima, aveva tracciato il profilo ideale del candidato di una grande coalizione di centrosinsitra. Un ritratto di tutto rispetto ma, evidentemente, molto poco Bruno che tutela la sua corsa alla fascia tricolore e difende l’opzione primarie respinta, invece, dai centristi.

Un assist a Bruno è arrivato anche dall’onorevole Elisa Mariano che, fondamentalmente, lancia un appello a tutte le forze di una coalizione in stile laboratorio.

“La candidatura di Bruno – scrive in una nota la deputata – è stata democraticamente scelta all’interno del partito per essere poi sottoposta al tavoli della coalizione di centro sinistra che, oltre che della selezione delle candidature, dovrá occuparsi anche e soprattutto di programma.

Inoltre il PD e lo stesso Bruno sono disponibili, qualora vi fossero altre legittime candidature, a rimettere la scelta finale ai cittadini attivando il percorso democratico e partecipativo delle primarie.

Il centro sinistra – spiega la Mariano – non può perdere quest’occasione. Anzi ha il dovere di presentarsi in maniera unitaria a questo importante appuntamento. Dobbiamo essere consapevoli che moltissimi cittadini guardano a noi come all’unico blocco di forze capace davvero di avviare in tempi brevi un progetto di cambiamento e rilancio della città di Francavilla. E sarebbe davvero difficile, per i nostri elettori, accettare una divisione nel nostro campo”.