Scoperti tre lavoratori in nero: multe salate per i datori di lavoro

carabinieri

NARDO’- Nelle giornate di martedi 16 e mercoledi 17 luglio, i Carabinieri della Compagnia di Gallipoli, coadiuvati dai militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro e dagli Ispettori della Direzione Provinciale del Lavoro di Lecce hanno proceduto a numerosi controlli per contrastare il fenomeno del lavoro nero in agricoltura.Nella fattispecie i militari dell’Arma hanno passato al setaccio le campagne comprese tra Nardò e Copertino alla ricerca di lavoratori in nero, spesso extracomunitari, impegnati nell’opera di raccolta di frutta ed ortaggi.

I controlli congiunti hanno visto come obiettivi sei diverse aziende agricole della zona, sulle quali i militari dell’Arma hanno effettuato diversi controlli, che vanno dal rispetto delle norme in materia di rapporto di lavoro al controllo delle condizioni in cui i lavoratori venivano impiegati.

In tutto sono stati oltre 60 i lavoratori controllati e numerose sono state le anomalie riscontrate, tra cui la mancata consegna del contratto di lavoro al dipendente, con annessa sanzione di € 500.

Tre sono stati i lavoratori in nero, di cui un extracomunitario, trovati a lavorare abusivamente sui campi. Immediatamente, per i rispettivi datori di lavoro è scattata la salatissima sanzione amministrativa pari a € 3550 per ogni lavoratore in nero riscontrato, prevista dalla normativa vigente.