Odg Consiglio-Emittenza locale, Pagliaro: “Bene, fino ad oggi indifferenza, ora aspettiamo intervento concreto”

Paolo Pagliaro

LECCE- “Meglio tardi che mai”. Cosi’ il presidente di Mixer Media ed editore di Telerama Paolo Pagliaro, intervenendo sull’ordine del giorno approvato dal Consiglio Regionale pugliese a sostegno dell’emittenza radiotelevisa. “Nonostante il grave ritardo nell’attenzione al settore –prosegue– non possiamo che accogliere positivamente la decisione di impegnare la Giunta ad erogare queste risorse. Sono più di tre anni che noi editori lanciamo appelli alla Regione, fino ad ora rimasti inascoltati. Ci saremmo aspettati la stessa determinazione che il Governo regionale mostra di avere per la tutela di alcune imprese che pure rappresentano una risorsa per Puglia e le sue eccellenze. Abbiamo lavorato stringendo i denti per garantire il pluralismo dell’informazione, pilastro della democrazia, in perfetta solitudine; cosi’ come tutti gli operatori e giornalisti che con grande sacrificio e grande passione non hanno fatto mancare il loro prezioso contributo per la formazione della pubblica opinione. Adesso riceviamo i primi segnali di interesse e ci fa piacere soprattutto in un momento in cui tutelare i livelli occupazionali e’ diventato tanto difficile quanto necessario.

Tuttavia, non abbassiamo la guardia: non e’ certo la prima volta che in Consiglio Regionale si puntano i riflettori sull’emittenza locale, con l’approvazione di analoghi odg rimasti lettera morta. Gia’ in passato abbiamo visto utilizzare la crisi del nostro settore per proclami da prima pagina, salvo poi declinare qualsiasi richiesta di intervento concreto da parte della stessa Giunta Regionale. Siamo scettici perche’ abbiamo creduto troppe volte che la nostra impresa e i nostri dipendenti non fossero considerati di serie b. Adesso tocca alla Giunta dare seguito all’odg approvato e dopo tanta indifferenza verso il nostro settore, preferiamo sperare con moderazione senza farci illusioni fino a quando e se, per la prima volta, si dara’ attuazione all’impegno preso con interventi concreti. Altrimenti –conclude Pagliaro– si trattera’ del solito vecchio spot sulla pelle di tanti, troppi lavoratori”.