Santa Maria al Bagno, sequestrata area per occupazione abusiva al ristorante di Ginetto

sequestro-guardia-costiera

SANTA MARIA AL BAGNO- Continuano i controlli della guardia Costiera e continuano ad essere accertati reati perpetrati a danno dell’ambiente. Questa mattina gli uomini della Capitaneria di Porto di Gallipoli congiuntamente a personale della Polizia Municipale di Nardò e personale tecnico dell’omonima amministrazione civica hanno analizzato la concessione demaniale rilasciata al titolare del ristorante GINETTO sito in Santa Maria al Bagno.

Da questa analisi emergevano delle difformità rispetto a quanto autorizzato con il titolo concessorio, pertanto, venivano contestati al titolare della struttura ricettiva i reati di occupazione abusiva ed innovazioni non autorizzate.

Sentito il magistrato di turno, veniva disposto il sequestro penale di un’area di circa 170 metri quadrati, sulla quale insistevano coperture di metallo ed in legno nonché un serbatoio contenente gas GPL del quale è stata ad ogni buon fine disposta dall’autorità giudiziaria, la facoltà d’uso.

A beneficio di tutti i cittadini, si ricorda che è sempre attivo, h 24,il numero gratuito 1530 per segnalare presunti illeciti ambientali ed in particolare quelli legati al territorio costiero e litorale, e per segnalare emergenze riguardanti la salvaguardia della vita umana in mare.