Police Cam, un apparecchio che non perdona gli automobilisti indisciplinati

police-cam

LECCE- Arriva in città Police Cam. Il ritrovato di ultima tecnologia per stanare i furbetti del transito sulle corsie preferenziali e della sosta selvaggia in doppia fila e su tutti quei luoghi dove è vietata sia la fermata che la sosta. E’ un mini robot dotato di fotocamera che, attraverso un server, invierà gli scatti delle infrazioni rilevate presso la sezione operativa del comando di polizia municipale che, una volta elaborati i dati, provvederà ad inviare a casa il verbale, con tanto di scatto corredato. Quando police cam sarà in giro per la città scomparirà dunque il l’accertamento sul parabrezza. Tuttavia l’automobilista potrà essere informato su data, luogo e ora del mini robot, collegandosi alla pagina facebook della polizia municipale. Un modo, dice il comandante Donato Zacheo, per scongiurare atteggiamenti vessatori dei quali potremmo essere tacciati.

Per questi primi mesi polis cam verrà utilizzato solo in modo sperimentale. Dal primo settembre invece il robottino sarà a regime e con lui anche le multe. Il mezzo, come spiega Zacheo, è a costo zero per l’amministrazione comunale.

Ma police cam non è la sola novità emersa in conferenza stampa. Arrivano i città fotored, posizionati sugli incroci dove si registrano le maggiori infrazioni del codice della strada, come viale Rossini e gli autovelox sulla tangenziale est di Lecce.

 

Foto Antonio Castelluzzo