“Si Saldi chi può”, magro bilancio per i negozi brindisini

saldi

BRINDISI- Prima settimana di saldi e primo doveroso bilancio per i negozi di Brindisi. Già, perchè questo primo resoconto appare sì doveroso, ma altrettanto sorprendente. Infatti, a discapito delle previsioni Più OTTIMISTICHE, si registra un flop e un netto calo,si parla del -25%, degli acquisti. E se tra i negozi spuntano sconti tra il 10,20,30 e 50%, la mano invisibile (mica tanto) della crisi non sembra fare sconti.

Crisi e solo crisi. E pazienza se l’ultimo capo alla moda costa di meno. Sembra che, nella spending review dei cittadini adriatici non c’è proprio spazio per il cosiddetto shoppimg.

Il duro periodo a cui è sottoposta la comunità non lascia scampo.

Insomma, saldi…. in crisi. Questo primo magro e scarno bilancio sembra il preludio di quello che potrebbe essere un periodo poco lucroso per i negozi. Ma, se la maggior parte della gente sembra snobbare i vari cartelli che richiamano a super sconti e a potenziali affari, c’è chi approfitta dei saldi per investire.

Quindi, se c’è la possibilità e, soprattutto, il capitale, una piccola minoranza coglie l’attimo e si catapulta dentro i negozi. Per la serie “Si saldi chi può!”