Ricercato per rapina, trovato in un bar: in manette 48enne

arresto

OSTUNI-  Dovrà scontare dieci anni di reclusione e pagare un ammenda di due mila e 500 euro. Ci aveva provato a far perdere le sue tracce Teodoro Scorrano, Ostunese ben noto alle forze dell’ordine, e per qualche settimana ci era anche riuscito. Ma la breve siesta ad un bar del centro nella cittadina di Cisternino, nel caldo pomeriggio di domenica, gli è valsa la cattura.

Un curriculum, per Scorrano, di tutto rispetto : associazione per delinquere, concorso in rapina e possesso di armi. Tutti reati ben citati nell’ORDINE DI ESECUZIONE PER LA CARCERAZIONE emesso a carico del 48enne di Ostuni dalla Procura dellla repubblica e che ha dato il via alle indagini in tutta la penisola.

Da qualche settimana infatti l’uomo era ricercato dagli agenti della squadra mobile di Brindisi e di Milano, città in cui si credeva si fosse rifugiato.  Una ricerca a 360 gradi che ha interessato anche i parenti dello stesso Scorrano che avrebbe indirizzato poi la polizia in Brianza, luogo che, secondo i famigliari, l’uomo avrebbe raggiunto per lavoro. Un caccia durata poche settimane.

Poi, la svolta delle indagini alle18 quando Scorrano, in compagnia di una donna, s’era fermato in un bar di Cisternino e, avvicinato da un agente in borghese, è stato smascherato, arrestato E condotto presso il carcere di Brindisi.
Una corsa terminata in centro città, alla luce del sole, sotto lo sguardo sorpreso dei cittadini della tranquilla località.