Le terme di Santa Cesarea perdono la concessione dello storico “Bagno Marino Archi”

bagno

SANTA CESAREA- LE TERME di Santa Cesarea Terme perdono la concessione dello storico  Bagno marino archi di Santa Cesarea, dal 2007 concessa ad un imprenditore locale per sei anni.

Alla scadenza il Comune ha ritenuto che con quel provvedimento del 2007 la stessa amministrazione avesse in realtà voluto far subentrare nella titolarità della concessione l’imprenditore locale, estromettendo così le Terme, che, contro questa decisione comunale, hanno proposto ricorso.

Accogliendo le tesi sostenute in giudizio dai difensori dell’imprenditore locale, gli avvocati Pier Luigi e Giorgio Portaluri, il TAR ha affermato, in sostanza,  che titolare della concessione comunale é chi gestisce il bene demaniale per un periodo superiore a quello massimo consentito dalla legge per gli affidamenti temporanei, cioé un anno.

“Il TAR- dice Pierlugi Portaluri- ha fatto chiarezza su di una annosa questione che riguarda più beni demaniali prima in concessione alle Terme e mai, di fatto, utilizzati dalle Terme stesse e riguardanti il demanio costiero”.