Ristorante “La Reggia”: scattano i sigilli per abusi demaniali

ristorante-la-reggia

GALLIPOLI- Controlli serrati dei militari della Guardia Costiera su tutto il litorale di competenza. Dall’esito delle verifiche espletate dal personale della Capitaneria di Porto di Gallipoli su tutta l’area di giurisdizione, questa mattina sono stati apposti i sigilli su alcune strutture del ristorante “La Reggia” sita in località Santa Maria al Bagno del Comune di Galatone.

Si è proceduto al sequestro di un’area demaniale marittima pavimentata con pietre e massetti di cemento nonché  strutture varie rappresentanti innovazioni non autorizzate congiuntamente ad attrezzature quali gazebo, tavoli, sedie che attestavano l’utilizzo delle relative zone.

Il titolare della struttura dovrà rispondere di abusiva occupazione demaniale, distruzione e deturpamento di bellezze naturali ed innovazioni non autorizzate in area in concessione.

Informata del fatto la competente Procura della Repubblica, veniva disposta la facoltà d’uso dei locali indispensabili a poter esercitare l’attività di ristorazione, mentre per i restanti mq 450 è stato disposto il sequestro penale.

 Quest’attività della Capitaneria di Porto di Gallipoli, rientra nella più ampia operazione denominata “MARE SICURO 2013” iniziata lo scorso 24 giugno e che impegnerà quotidianamente i militari della Guardia Costiera fino al termine della stagione balneare, in controlli che spazieranno dai settori ambientali a quelli demaniali oltre che a quelli operativi per la salvaguardia della vita umana in mare.

Si ricorda, infine, che è sempre attivo, h 24, il numero gratuito 1530 per emergenza in mare.