Pianista a Palazzo Madama, Iurlaro smentisce: “Ero fuori dall’aula”

iurlaro-pietro

BRINDISI- Fare il pianista non è mai stato il sogno del senatore Pietro Iurlaro. Il parlamentare di Francavilla Fontana smentisce la notizia riportata nelle ultime ore dalle agenzie di stampa che individuano l’azzurro come il “pianista” del Pdl colpevole di aver votato al posto dei colleghi assenti.

“Altro che pianista, non so neppure suonare la chitarra –commenta ironicamente Iurlaro– che precisa: “Nei minuti delle votazioni contestate, dopo aver partecipato ad oltre la metà di quelle previste in giornata , non ero  presente in aula” . Sì, perchè, in quel lasso di tempo il senatore aveva raggiunto la toilette di palazzo Madama.

Tornato al suo posto, dopo una manciata di minuti, Iurlaro è stato informato dell’accaduto. La segretaria d’aula, Silvana Amati,aveva infatti ricevuto la segnalazione del voto anomalo  denunciando il fatto alla presidenza.

Un eccesso di luminosità sospetto, lo ha definito il presidente di turno, il leghista Roberto Calderoli, che ha sospeso la tessera restituendola poco dopo a Iurlaro, il quale ribadisce la sua estraneità ai fatti. In sostanza l’unica leggerezza è stata quella di aver lasciato incustodito il badge sul banco, mentre si votava il provvedimento unico sulle riforme costituzionali.

Dunque il presunto pianista sarebbe qualcun’altro e le telecamere dell’aula potrebbero svelare la sua  reale identità.