Omicidio Zuccaro, sequestrate una pistola e una mitraglietta skorpion

agguato-sancesario

SAN CESARIO- I militari del Nucleo Investigativo, nel corso delle molteplici attività d’indagine avviate a seguito dell’omicidio di Gianfranco Zuccaro, 37enne conosciuto bodyguard e istruttore di arti marziali, verificatosi domenica 07 luglio scorso nella centralissima Piazza Garibaldi di San Cesario di Lecce, in due distinte perquisizioni hanno sequestrato una pistola cal. 9mm marca TANFOLIO con matricola abrasa completa di 6 cartucce cal. 9×21 mm., in perfette condizioni di conservazione, rinvenuta presso la casa natale della vittima e spontaneamente fatta ritrovare dai familiari la sera stessa dell’omicidio.

Nei giorni successivi, nel corso di ulteriori controlli e sempre con la collaborazione di persone vicine al nucleo familiare è stata rinvenuta presso un’altra abitazione frequentata saltuariamente da Zuccaro, in Lecce, una mitraglietta Skorpion che lo stesso Zuccaro aveva occultato sotto le doghe di un divano letto all’interno di uno zainetto. Il proprietario di casa, riconoscendo lo zainetto quale quello in uso a Zuccaro e possedendo altri effetti personali della vittima, controllandoli, ha scoperto la presenza dell’arma. Ha, quindi contattato i carabinieri che hanno provveduto a repertare l’arma e le 17 cartucce cal. 7,65 contenute nel tipico serbatoio a “banana”, in buone condizioni.

Entrambe le armi, come disposto dal P.M. Dott. Roberta LICCI saranno affidate agli esperti del R.A.C.I.S, per gli esami e le verifiche del caso.