Idrovolanti al Porto di Brindisi, il turismo prende il volo

QuattroStelle

BRINDISI- Un nuovo turismo, più veloce, più “leggero”, persino più attraente. Senza dimenticare gli sbocchi di natura commerciale che il progetto sembra avere in dote. Gli idrovolanti tornano tra i cieli di Brindisi con Adrisea Planes, un nuovo modo di intendere gli spostamenti e i rapporti tra i porti dell’adriatico. Dopo una serie di voli di prova, l’autorità portuale di Brindisi da via a due giorni di workshop e convegni, con il presidente Hercule Haralmbides pronto a scommettere sulla bontà del progetto e sulle importanti opportunità del porto adriatico.

Ad esplicare in termini pratici i vantaggi, soprattutto in termini di tempo, dell’idrovolante rispetto ad altri mezzi di trasporto più tradizionali, è anche Florijan Veneruzzo, responsabile del settore affari commerciali del porto di Pola

C’è tempo anche per parlare, con ironia, del difficile rapporto tra Haralmbides e gli altri membri del comitato. Domanda maliziosa. Risposta, quella dell’ellenico, che apre ad una nuova stagione di buoni rapporti.

A margine, la riflessione romantica sul ritorno degli idrovolanti. Mezzi bellici nello scorso secolo. Oggi, invece, utilizzati per unire paesi mai così vicini

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*