Zincherie Adriatiche, arriva la diffida: “Monitoraggi entro 48 ore”

Zincherie Adriatiche

DISO- Entro 48 ore dovrà essere svolta “un’attività preliminare di indagine sui parametri oggetto dell’inquinamento”. Alle zincherie Adriatiche di Diso arriva la diffida da parte della provincia di Lecce. Il provvedimento è successivo alla pronuncia del Tar di Lecce,

che ha disposto l’assoggettamento dell’impianto a valutazione di impatto ambientale,dopo il ricorso del comune di Spongano e di alcuni residenti della zona, assistiti dall’avvocato Luca Vergine.

In particolare, dando seguito ad una nota del sindaco di Diso, Antonella Carrozzo, palazzo dei celestini ha “individuato il responsabile della potenziale contaminazione” e ha diffidato, inoltre, le zincherie ad adottare le misure di “prevenzione volte ad impedire o minimizzare la minaccia di un danno per la salute o per l’ambiente” e le “procedure conseguenti agli esiti dell’indagine preliminare”, che, come detto, devono essere effettuati entro le prossime 48 ore.