Igiene casa-persona, prodotti contraffatti sugli scaffali

SEQUESTRO DETERSIVI

COLLEPASSO- Nei giorni scorsi, i militari del Comando Provinciale di Lecce hanno operato due ulteriori sequestri di notissimi prodotti per l’igiene della casa e della persona contraffatti.

Nel particolare, il primo sequestro è stato operato dalla dipendente Compagnia di Gallipoli che ha sequestrato, presso un esercizio commerciale di Collepasso (LE), circa 500 confezioni di prodotti contraffatti.

I finanzieri, allertati da una segnalazione telefonica pervenuta al numero di pubblica utilità “117”, hanno rinvenuto, sugli scaffali dell’esercizio commerciale, una notevole quantità di detersivo per lavatrice recante il marchio “DASH”; ricariche per sgrassatore universale “CHANTE CLAIRE” e detergente intimo “INFASIL”, tutti contraffatti sia nell’etichettatura che nel contenuto.

La successiva ispezione nel deposito dell’azienda ha permesso di rinvenire la restante parte dei detergenti che, analogamente a quelli esposti per la vendita, sono stati sottoposti a sequestro.

Il riscontro della contraffazione dei prodotti per l’igiene è avvenuto attraverso l’attento esame dei dettagli delle confezioni; confrontando la consistenza del prodotto (più polveroso e meno granuloso rispetto all’originale), nonché a seguito dell’analisi della stampigliatura dei codici identificativi dei prodotti e del prezzo di vendita degli stessi, al di sotto della media commerciale.

Una persona è stato denunciata alla Procura della Repubblica di Lecce per detenzione e vendita di prodotti contraffatti, nonché per il reato di ricettazione.

Il secondo sequestro è stato operato a Surbo (LE), da parte dei militari della dipendente Compagnia di Otranto, all’interno di un locale di un’impresa di autotrasporti, in attesa di essere trasferito e immesso sul mercato siciliano.

Il tempestivo intervento dei militari ha permesso di sequestrare:

nr. 8.640 ricariche in polvere da 18 misurini marca “DASH ACTILFT”;

nr. 224 bottiglie da lt. 3 cadauna marca “DASH ACTILFT”;

nr. 5.568 bottiglie da ml. 625 e ml. 750 marca “CHANTE CLAIR”;

nr. 15.360 confezioni da ml. 200 di “INFASIL INTIMO”;

che avrebbe consentito all’organizzazione un guadagno di circa 100.000,00 Euro.

La merce sottoposta a sequestro era scortata da documentazione fiscale fittizia.