Gli auguri delle istituzioni e Laforgia rimarca la vittoria della sua squadra

Domenico Laforgia

LECCE- “E’ con grande piacere che accolgo l’elezione di Vincenzo Zara a Rettore della nostra Università. Sono certo che Vincenzo saprà portare avanti il progetto di risanamento e ammodernamento del nostro Ateneo con l’impegno e la serietà che ho avuto modo di apprezzare in questi anni. Sono certo che potrà contare sulla collaborazione fattiva di tutti noi, ognuno per le sue competenze e ambiti per realizzare i suoi progetti che consolideranno la reputazione di UniSalento in ambito nazionale e internazionale”. Sono le parole del rettore uscente Domenico Laforgia, all’indomani dell’elezione del suo delfino Vincenzo Zara. Le parole sono inequivocabili e rimarcano la vittoria di una squadra.

Laforgia, presente per tutto il tempo dello spoglio, ha gioito insieme al nuovo magnifico. Una vittoria nel segno della continuità per il magnifico uscente: in effetti, il nuovo rettore aveva parlato di continuità nella gestione dei conti e di discontinuità solo nella gestione dei rapporti con i sindacati. Soddisfazione del professor Fernando Greco, componente del senato accademico, da sempre vicino alla squadra di Zara, “Auspico che si torni a parlare dell’Ateneo salentino per quel che merita e per quello che in questi anni è stato fatto e per quel che si dovrà fare e che il dibattito ed il confronto, anche quello più serrato, si svolga all’interno delle sedi preposte sempre nel rispetto delle persone e del ruolo di ciascuno.

Dalla Cgil fanno sapere di essere disposti a collaborare con il nuovo rettore, confidando nell’avvio di un percorso di cambiamento basato su trasparenza, democrazia e partecipazione. Soddisfazione espressa anche dall’Adi, perché spiegano “ci sono convergenze sui percorsi e sui metodi da adottare per avviare a soluzione, nella nostra Università, i problemi del dottorato di ricerca, del reclutamento dei giovani ricercatori e della valorizzazione sul mercato del lavoro del terzo livello di formazione”.
Sembrano tutti contenti adesso, anche l’alleato dell’ultima ora Laudizi. Il professore Carducci si dice disponibile a collaborare per un’università migliore.

Gioiscono su facebook le associazioni studentesche Udu, Freccia e Link, che si erano già esposte con un endorsement per Zara. Tutti sperano in un’università più aperta e democratica, ma anche al passo con i tempi, capace di competere. Apprezzamenti anche dal mondo della politica: il sindaco Consales è pronto a una proficua collaborazione, Stefano ha apprezzato il discorso di apertura al dialogo fatto da Zara dopo l’elezione. Per il presidente della provincia di Lecce, Antonio Gabellone, si tratta di un momento importante per dare una svolta e per sotterrare l’ascia di guerra, facendo finalmente tornare la serenità e il dialogo in Ateneo. Il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, fa gli auguri di buon lavoro e spera che si rafforzi “il senso di appartenenza alla comunità universitaria, realizzabile attraverso un clima sereno e una coesione quanto più ampia possibile”.