Estate e stragi della strada, “Più bus per le discoteche”

stragi-sabato-sera

LECCE- Se non sventare almeno limitare le stragi del sabato sera. Le cronache degli ultimi giorni hanno toccato la sensibilità dei consiglieri provinciali. Giovanni Siciliano ha presieduto la commissione a Palazzo dei Celestini per cercare di trovare una soluzione per arginare il fenomeno. Certo, come ha sottolineato il consigliere del Pdl Mino Frasca, parlare oggi, quasi alla metà di luglio, di trovare un modo per cercare di evitare gli incidenti stradali, è un discorso tardino. Pur volendo, allora cosa fare? Da quest’anno è ripartito il progetto DiscoSalento, compatibilmente con le risorse dell’ente provincia. E allora cosa fare? Si pensa di sensibilizzare i gestori dei locali notturni attraverso delle offerte per chi si reca in discoteca in navetta e non con il proprio mezzo.

Ma nella rete potrebbero rientrare anche le amministrazioni locali attraverso un lavoro di sinergia. La commissione ha deciso di riconvocarsi per martedì prossimo chiedendo la presenza del presidente della provincia, del prefetto e di un responsabile del sindacato dei locali notturni.

Le proposte partorite oggi sono sostanzialmente tre. Chiedere al Prefetto che all’uscita delle discoteche chi siano adeguati controlli da parte delle forze dell’ordine. Cercare di capire quanto Stp possa aiutare la Provincia e l’ultima invece è indirizzata ai proprietari delle discoteche. “Se i gestori aumentassero anche solo di 1 euro, dice Giovanni Siciliano, il biglietto d’ingresso, potrebbero stipulare un contratto privato con delle società di trasporto riconosciute e offrire dei servizi di navetta dai e per i maggiori comuni della provincia”.