Bimbo colpito dal fulmine, lacrime tra Maruggio e Altamura per il piccolo Giovanni

giovanni-carlucci

TARANTO- Resta in ospedale Piergiorgio, al Giannuzzi di Manduria, per le ustioni riportate e per lo stato di shock dopo l’agghiacciante incidente in spiaggia che ha provocato invece la morte per il piccolo cuginetto di Piergiorgio: Giovanni Carlucci, 12 anni appena compiuti. Aveva spento le candeline all’ inizio di giugno, ma la sua vita giovanissima si è spenta cosi, mentre giocava a pallone, al mare, godendosi l‘ estate con i parenti  che come ogni anno, si trovavano a Campomarino di Maruggio per le vacanze. Un fulmine che ha preannunciato il nubifragio che da li  a poco si è abbattuto su Taranto e sulla litoranea. Un fulmine che ha scaricato tutta la sua potenza sul corpicino non lasciandogli alcuna speranza di sopravvivere.

La scarica elettrica ha colpito anche Piergiorgio, 14enne. I due ragazzini erano a pochi passi l’ uno dall’ altro. Giocavano a calcio. Una grande passione del piccolo Giovanni, tanto che giocava nella giovanile Agon Club di Altamura. Il paese di giovanni. Una famiglia conosciuta la sua. Il padre orefice, la mamma negoziante di tessuti. E anche Giovanni lo ricordano tutti, col suo visino sempre allegro e i suoi grandi occhiali che gli avevano dato il soprannome di Harry Potter tra gli amici. E stando a quanto ipotizzato dai carabinieri proprio la montatura in metallo degli occhiali avrebbe attirato il fulmine.  Il sindaco di Altamura, Mario Stacca ha espresso la sua vicinanza ed il suo cordoglio alla famiglia Carlucci e ad ora proclamerà, con la diffusione di una nota, il lutto cittadino, probabilmente per il giorno dei funerali, mercoledì, nella Chiesa di San Giovanni Bosco.

Come Altamura incredulità e paura sono gli stati d‘ animo anche per i cittadini di Maruggio. I due paesi ma sopratutto i familiari, gli amici ed i conoscenti della famiglia colpita dalla disgrazia, sono tutti sotto shock. Una notizia che ha dell‘ incredibile. Ancora non pioveva. Il fulmine killer è stato improvviso. A nulla sono valsi i soccorsi. I primi di un medico in pensione sulla spiaggia, e dopo l‘ arrivo non semplice dell ambulanza,. Ma di li a poco la morte, di li a poco il temporale.