Incendio distrugge autodemolizioni: è doloso

autodemolitore

SAN DONATO- Che si tratti di atto doloso è più che un sospetto ma comunque, per chiarire i contorni della vicenda, i carabinieri della Compagnia di Lecce hanno avviato apposite indagini. Tuttavia una cosa è certa, le fiamme che la notte fra domenica e lunedì hanno distrutto il deposito di carcasse d’auto destinate alla demolizione, alla periferia di San Donato, di proprietà di Pasquale De Nardo, hanno creato danni notevoli.

Sono almeno una quarantina i mezzi divorati dal rogo, tanto, almeno stando ad un primo bilancio dopo il lungo lavoro svolto dai vigili del fuoco che per quasi quattro ore hanno fronteggiato le fiamme. Per arginarle e contenere i danni, tre squadre, appositamente partite da Lecce, Maglie e Veglie, hanno raggiunto il deposito che sorge sulla San Cesario-Galatina, all’altezza della rotatoria per San Donato. I veicoli erano parcheggiati nel piazzale dell’officina.

Ad avallare il sospetto che si tratti di atto doloso, anche il fatto che tutti i mezzi sono privi di batterie e motori, dunque poco credibile l’ipotesi di un corto circuito. Saranno le indagini a sciogliere ogni eventuale dubbio.

foto Stefano De Tommasi