Savino Tesoro: “Se ci sono i presupposti Miccoli sarà giallorosso”

Tesoro

LECCE- Mai come questa volta Fabrizio Miccoli è vicino al Lecce. Nell’opera di rifondazione che la famiglia Tesoro intende mettere in atto rientra anche l’ex capitano del Palermo. E’ un’idea che stuzzica molto la famiglia Tesoro, soprattutto il figlio Antonio, il quale non ha nascosto che con l’ex capitano del Palermo vi siano stati numerosi contatti ma per parlare non del futuro personale del calciatore salentino. “Era nelle mie intenzioni far nascere una scuola calcio con la stretta collaborazione di Fabrizio”, ha detto Tesoro junior. Ma questo progetto sembra essere solo un anello di una catena con la quale Tesoro vorrà legarsi a Miccoli.

Il contatto più importante ci sarà nelle prossime ore. Antonio Tesoro è rientrato nel Salento. Nelle prossime ore incontrerà Miccoli. “Se ci sono i presupposti – ha detto Savino Tesoro, presidente del Lecce -, avvieremo una trattativa, ma al momento mi sembra assai difficile, se non impossibile, ingaggiare Miccoli. Il motivo è semplice: Miccoli è corteggiato da diversi club di serie A. C’era il Parma (ma il club emiliano ha ingaggiato il barese Cassano), c’è il Torino e nelle ultime ore anche il Livorno. Non mancano, dunque, le richieste dalla serie A che permetterebbe a Miccoli di guadagnare ancora tanto e di calcare il palcoscenico della serie A. L’attaccante salentino punta ad un contratto biennale, come ha dichiarato qualche settimana fa, ma tale accordo lo potrebbe trovare anche con il Lecce che, al contrario di club di serie A, offrirebbe al calciatore di San Donato di Lecce, un ingaggio nettamente inferiore, magari con bonus da stabilire che farebbero incrementare il compenso di Miccoli. A lui la scelta. I Tesoro cui provano. E’ l’ultima possibilità per vedere Miccoli in giallorosso.

Il piano della famiglia Tesoro è noto a tutti: contenimento dei costi senza per questo abbassare le proprie ambizioni. In un campionato senza retrocessioni e con 8 posti a disposizione per assicurarsi i play off, la società giallorossa non vuole eccessi e soprattutto desidera far saltare i ponti con il passato e con alcuni calciatori che i Tesoro hanno dovuto ereditare dalla gestione Semeraro.

Il responsabile dell’area tecnica Antonio Tesoro deve consegnare a Moriero calciatori utili al 4-2-3-1, il progetto tattico con il quale il tecnico giallorosso vuole far nascere il suo primo Lecce. E il primo colpo dovrebbe essere quello di Davide Carcuro, centrocampista della Ternana che ha già dato il suo assenso per il trasferimento in giallorosso dove ritroverà Moriero, suo allenatore a Lanciano e Crotone. Il passaggio di Carcuro al Lecce potrebbe avere un’accelerata se Ferrario accettasse la proposta della Ternana.