Favori ai parenti di Amati? A giudizio l’ex assessore regionale e il sindaco di Fasano

fasano

FASANO (BR)- Abuso d’ufficio in concorso. Con quest’accusa sono stati rinviati a giudizio l’ex assessore regionale del Pd, Fabiano Amati, il sindaco di Fasano, Lello di Bari e un architetto del comune di Fasano, Davide Maria Dioguardi.Secondo i firmatari di un esposto e secondo il pm titolare delle indagini, Valeria Farina Valaori, nel 2009 Amati, all’epoca consigliere comunale d’opposizione, non avrebbe dovuto occuparsi del piano di recupero dei centri storici di Fasano, Savelletri e Torre Canne. I tre sono accusati di presunti favori nei confronti di alcuni parenti di Amati, proprietari di immobili in quell’area. Il processo, con la formula del rito abbreviato, inizierà il 17 dicembre.