Lecce, Moriero tra ragione e sentimento

Francesco Moriero

LECCE  –   Moriero comincia l’avventura sulla panchina del Lecce e chiude così l’album dei ricordi che lo ritraggono scattante e pimpante, spesso con i calzettoni abbassati, saltare avversari ed esaltare i propri tifosi. Dal sentimento alla ragione.

Anzi, il sentimento rimane, ma la ragione deve guidare il Moriero allenatore che dovrà isolarsi dall’esigente (mai come quest’anno) pubblico leccese.

“Il mio sogno era quello di allenare il Lecce – ha detto Moriero – ma stare su questa panchina significa anche sacrificio, mettere da parte il sentimento e quei colori che ho nel sangue”.

La scelta di Moriero, ha detto Antonio Tesoro, responsabile dell’area tecnica dell’U.S. Lecce, non è stata un’operazione simpatia, ma la panchina giallorossa gli è stata affidata per il feeling umano scattato tra Tesoro junior e Moriero, utile a vivere una stagione serena. La dirigenza pensa di aver fatto la mossa giusta e unica per l’intero campionato. La palla passa a Moriero che non potrà dribblare avversari come faceva da calciatore, ma dovrà mettere in campo giocatori addestrati tatticamente e non solo. “Chi vuole stare con Moriero – ha aggiunto il nuovo tecnico del Leccedeve capire che ci sono delle regole e un gruppo da rispettare, non permetterò a nessuno di entrare o essere al di sopra del mio gruppo”.

Ora comincia il calciomercato, ma soprattutto la costruzione di una squadra con pochissimi big (forse basteranno appena le dita di una mano per contarli) e tanti calciatori che non dovranno essere voci fuori dal coro.

A rischio la permanenza di capitan Giacomazzi, in scadenza di contratto nel 2014, ma il calciatore potrebbe decidere di chiudere altrove la carriera rinunciando a disputare un altro anno di Lega Pro, dura forse per un calciatore di 36 anni eppure tra i più reattivi, tra coloro che hanno dimostrato maggior attaccamento alla maglia.

Discorso diverso per Chevanton che da lunedì è un calciatore svincolato. Per l’attaccante bisognerebbe rivedere un contratto che nella passata stagione era al minimo sindacale, ma tutto dipenderà dalla volontà di Moriero che in squadra dovrebbe avere quasi certamente Mariano Bogliacino per il quale si stanno rivedendo gli accordi contrattuali. “Con Bogliacino c’è la volontà di continuare – ha affermato Antonio Tesoro – con Martinez stiamo trattando il rinnovo”.

Ufficializzate date e luogo del ritiro precampionato. La squadra giallorossa si ritroverà il 14 luglio a Villagrande di Montecopiolo, in provincia di Pesaro-Urbino. La comitiva salentina alloggerà presso la struttura alberghiera Hotel Parco del Lago mentre gli allenamenti saranno effettuati al Campo comunale di Montecopiolo. E a breve si conoscerà anche la nuova maglia del Lecce.

Da questa stagione l’abbigliamento sportivo della società giallorossa non sarà più firmata da Asics, ma da Legea, l’azienda campana che sarà il nuovo sponsor tecnico della società leccese.