Armi e munizioni in casa, arrestato pregiudicato gallipolino

QuattroStelle

GALLIPOLI (LE)   –  A seguito  di perquisizione domiciliare presso l’abitazione di due fratelli gallipolini, Andrea e Cosimo Cavalera – attualmente detenuto-  rispettivamente di 36 e 35 anni, gli agenti del locale Commissariato hanno rinvenuto due pistole con relativo munizionamento.

Le armi, una Beretta cal. 7.65 con matricola abrasa, ed una pistola a salve marca Bruni con canna modificata per essere utilizzata con cartucce cal. 7.65, erano state accuratamente nascoste sotto il lavabo della cucina. Oltre alle pistole sono stati rinvenuti 3 caricatori, 17 cartucce cal. 7.65 e 5 cartucce cal. 9 corto.

Andrea Cavalera

Su disposizione del pm di turno, Roberta Licci, si è  proceduto all’arresto di Andrea Cavalera per il reato di detenzione abusiva di armi da fuoco e munizionamento. Il 36enne, con precedenti per tentato omicidio e detenzione abusiva di materiale esplodente,  insieme al fratello Cosimo – quest’ultimo imputato nel processo sull’omicidio di Salvatore Padovano – e ad un terzo pregiudicato del posto, è stato condannato per il tentato omicidio di  Luigi Fedele, avvenuto a Gallipoli nel settembre del 2000. All’epoca dei fatti, sul luogo dell’aggressione armata, furono rinvenuti bossoli dello stesso calibro di quelli sequestrati questa mattina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*