Pronte le risposte di Carducci, “ma solo in sede istituzionale”

Michele Carducci

LECCE   –    Il prof. Michele Carducci risponderà alle 4 domande poste dal prof. Gianpaolo Ghiani, direttore del dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione, ma solo in sede istituzionale, come nel suo stile.

E’ già pronto un documento di 7.000 battute per rispondere nel dettaglio a tutte le accuse fioccate dopo l’incontro nel dipartimento di Ingegneria.

In quell’occasione le affermazioni del rettore Laforgia sull’inadeguatezza del candidato provocarono l’uscita di scena di Carducci.

Le 4 domande del prof.  Ghiani non lesinano accuse implicite: il candidato a Magnifico viene tacciato di inadeguatezza e inesperienza. Tra le domande anche quella sulla possibilità che il suo futuro portavoce possa essere un noto sindacalista, proprio a rimarcare l’asse con i sindacati che hanno dichiarato guerra all’attuale gestione.

Poi c’è la domanda sull’utilità degli spin-off e quella sulle presunte irregolarità in relazione ad atti amministrativi di un master in cui Carducci era il coordinatore.

Le 4 risposte, dalle indiscrezioni trapelate, smonterebbero punto per punto le accuse, bollando alcune affermazioni come falsità, ma fino a domani non sarà possibile conoscerle nel dettaglio, perchè Carducci preferisce la via istituzionale, quindi, le esporrà alle istituzioni universitarie e sul suo sito prima di trasmetterle alla stampa.

Intanto, si apre un piccolo giallo. Prima dell’incontro pubblico con gli studenti, fissato per martedì 2 luglio alle 16, nell’aula ‘Ferrari’ dell’Ateneo, i candidati hanno tenuto qualche incontro, per illustrare il programma, con le associazioni studentesche. Sembra che ‘Obiettivo studenti’, un’associazione studentesca che gravita nell’area di Comunione e Liberazione, abbia snobbato Carducci.

Il professore spiega al telefono di aver cercato di contattare i responsabili in ogni modo, ma nessuno si sarebbe reso reperibile. Eppure sia Zara che Laudizi hanno incontrato i responsabili di ‘Obiettivo studenti’ per esporre il programma. Mercoledì toccherà alle altre associazioni: colloqui di 30 minuti con i singoli candidati, il voto degli studenti potrebbe essere determinante nella partita per la poltrona di Magnifico.