Quando l’arte allevia il dolore: Oncologia si veste di dipinti

quadro per LILT

GALLIPOLI (LE) –  Un modo per sentirsi a casa, per perdersi nei colori, per pensare che nella malattia c’è ancora spazio per emozionarsi, per lasciarsi andare, per viaggiare oltre. È per questo che il reparto di Oncologia del ‘Sacro Cuore’ di Gallipoli ha cambiato tono, con le 40 tele donate dagli studenti del Liceo Artistico ‘Ciardo’ di Lecce.

Dalla sala d’attesa ai corridoi, fino alle stanze per la chemioterapia. Il day hospital si umanizza, meno spoglio e meno cupo, più gentile, un altro volto.

Sono stati gli studenti delle classi V B e V C, guidati dai docenti Carmelo Tau, Irene Cipressa, Massimo Marangio ed Enzo De Giorgi, a dipingere le tele, goieillini del progetto ‘Responsabilità sociale per la salute’, promosso dalla LILT di Lecce per un vero e proprio cantiere della solidarietà estetica.

Ad accogliere il loro estro, il primario Giuseppe Serravezza, per il quale appunto, “si umanizza con i colori della bellezza e della solidarietà i grandi spazi del day hospital di Oncologia, migliorando il senso di accoglienza, benessere mentale e psicologico trasmesso dall’ambiente di cura”. Un piccolo importante esempio di quanto, insieme al territorio, aldilà delle mura di un ospedale, si può fare.