‘Mare sicuro 2013’, più controlli sulla costa

Capitaneria di porto di Brindisi

BRINDISI  –   Più controlli, uguale maggiore sicurezza. La Capitaneria di porto di Brindisi prende le misure con l’arrivo della stagione estiva e da l’avvio all’operazione ‘Mare sicuro 2013’.

Più controlli, ma anche più mezzi.

Nello specifico, un gommone a Villanova per coprire la zona a maggiore intensità di presenze turistiche estive della costa e quindi, più esigente dal punto di vista della prevenzione ed un altro a Brindisi per gli interventi nell’area a sud della provincia, oltre alle motovedette in stand-by dedicate più importanti a tutela della vita umana e dell’ambiente.

Con i due battelli veloci, che garantiscono una notevole flessibilità di impiego e con a bordo personale addestrato al salvamento, la Capitaneria di porto di Brindisi affronterà in determinati giorni della settimana, i compiti di repressione e prevenzione dei comportamenti che violano l’ordinanza balneare 2013. A ciò si aggiunga l’intervento garantito 24 ore su 24 dal numero blu 1530, ovviamente gratuito, della Guardia Costiera.

In una nota, la Capitaneria fornisce anche alcuni utili suggerimenti di carattere generale che possono, però, evitare tanti incidenti. Almeno se osservati correttamente.

Nello specifico, si consiglia di fare attenzione durante la navigazione ai dispositivi di segnalamento dei subacquei, ovvero le boe. Quindi, di far controllare periodicamente l’efficienza del mezzo nautico, di prestare attenzione alle condizioni meteo previste e alla eventuale presenza di ostacoli alla navigazione.

Di più. La Guardia Costiera consiglia anche di informare i famigliari sulla propria destinazione, soprattutto in caso di una navigazione piuttosto lunga nel tempo. Infine, pare banale ma non sempre lo è, è sempre indispensabile controllare le attrezzature di sicurezza e le dotazioni di bordo prima di prendere il largo.

Insomma, non lasciare nulla al caso. Per evitare sanzioni e, soprattutto, incidenti.