Lupiae: il CdA taglia sui cellulari aziendali e rimborsi benzina

Lupiae Servizi

LECCE  –   Giro di vite sui benefit. Il nuovo CdA della Lupiae sceglie la strada dell’austerity. Stando ai verbali del primo Consiglio di Amministrazione della partecipata del Comune di Lecce, i vertici della municipalizzata hanno scelto lo scorso 17 giugno su proposta del neo presidente Tatiana Turi, di rinunciare a tutti quei benefici accessori che la carica prevede.

Nel particolare: cellulare aziendale, auto di servizio, carte di credito e rimborsi benzina. La linea, ad onor del vero, ha inizio nel precedente Consiglio di Amministrazione, ma non era affatto scontato la possibilità che il neo insediato CdA seguisse le orme di chi ha preceduto.

Per questo fra i primi provvedimenti della municipalizzata, che sta vivendo un periodo di rilancio della società per evitare il default, c’è proprio la rinuncia ai privilegi. Una scelta politica, come tiene a precisare il presidente Turi: “Stiamo vivendo momenti di profonda crisi economica e politica. È giusto che i politici diano dei segnali di responsabilità ai cittadini. Per questo –  conclude – abbiamo votato per l’abolizione dei privilegi”.