“Denudò e picchiò un 14 enne”, pasticcere condannato a 4 anni

tribunale

LECCE  –  E’ stato condannato a 4 anni di reclusione dai giudici della I sezione penale del Tribunale di Lecce con le accuse di tentata violenza sessuale, lesioni, violenza privata e furto, nei confronti di un ragazzino di 14 anni, Gaetano Reho, un pasticcere di Matino.

I fatti risalgono a 4 anni fa. L’uomo avrebbe cercato di costringere la presunta vittima a compiere atti sessuali davanti ai suoi occhi mentre lui filmava tutto col cellulare. Ma il 14enne, suo dipendente, si sarebbe rifiutato e per questo l’uomo lo avrebbe picchiato con violenza.

Il pm Massimiliano Carducci aveva chiesto una condanna a 3 anni e 8 mesi.

L’imputato è assistito dall’avvocato Antonio Romano. Il ragazzo si era costituito parte civile con l’avvocato Maria Greco.