Lecce, Tesoro attende le mosse dei big

antonio tesoro

LECCE  –  Sistemate le comproprietà l’amministratore delegato del Lecce, Antonio Tesoro passerà ai ‘tagli’. E’ l’auspicio della famiglia Tesoro, fortemente delusa dal rendimento dei cosiddetti big che tali non si sono rivelati. Fra un mese, probabilmente, la nuova squadra sarà già al lavoro e i prossimi saranno giorni caldissimi per il calcio mercato che chiuderà comunque tra oltre due mesi.

Prima di cominciare la campagna trasferimenti Antonio Tesoro, responsabile del mercato giallorosso, dovrà prendere la decisione più importante, quella di affidare la squadra ad un nuovo tecnico. Ne ha appena provati tre con risultati deludenti, un’esperienza che comunque l’ha arricchito e ne farà tesoro in futuro. “Probabilmente non abbiamo saputo leggere i momenti e proteggere gli allenatori in quei momenti”, ha detto qualche giorno fa Aantonio Tesoro.

Tesoro è tentato da Carmine Gautieri, reduce da due stagioni importanti e positive a Lanciano. Il tecnico, di origini napoletane, ha rescisso il contratto con la società abruzzese e potrebbe tentare l’avventura a Lecce. I contatti tra Gautieri e Tesoro sono frequenti da circa due anni e forse questa è la volta buona che il matrimonio, sportivo, si possa fare. Non sarà facile perchè Gautieri è tentato da altre proposte, ma sembra non scartare l’ipotesi Lecce, soprattutto se gli verrà sottoposto un progetto pluriennale.

L’incontro con il tecnico, che nel 2004 ha vestito per alcuni giorni la maglia del Lecce guidato da Zeman, potrebbe avvenire nelle prossime ore. Scelto il tecnico, i Tesoro penseranno a sfoltire la rosa liberandosi di quei contratti onerosi per la categoria e per la società. Il presidente del Lecce vorrebbe costruire la nuova squadra intorno a Giacomazzi e Chevanton. Il capitano ha un contratto fino al 2014 mentre Chevanton è in scadenza, ma con l’uruguaiano, si dovrebbe trovare un accordo. Da valutare le posizioni di Martinez (in scadenza) ma tra i migliori nel finale di stagione e soprattutto di Bogliacino, legato al Lecce fino al 2014 e capocannoniere della squadra con undici reti.

Il centrocampista uruguaiano, 33 anni, potrebbe allungare la sua esperienza in giallorosso. Tanti i calciatori legati alla società leccese, ma dei quali Tesoro vorrebbe liberarsene, facendo anche cassa: Benassi, ad esempio, legato al Lecce fino al 2017, Ferrario fino 2014 come Tomi e Jeda. D’Ambrosio, invece, è in scadenza nel 2014. A fine giugno saranno liberi Esposito e l’attaccante Pià. Per fine prestito si dovrebbe interrompere il rapporto con Diniz e Rose e Foti. Da valutare, infine, le posizioni di Falco (in scadenza nel 2017) e Chiricò (il prossimo anno): per entrambi potrebbero essere valutate delle cessioni in comproprietà.