Travolto da un getto di gas, vegliese muore dopo 20 giorni di agonia

Medici

Dopo 20 giorni di agonia non ce l’ha fatta Francesco Fiori, 54enne originario di Veglie, morto nel Centro Grandi Ustionati di Cesena dove era ricoverato. Il 30 maggio era stato investito da un getto di vapore acqueoad altissima temperatura fuoriuscito durante lo smontaggio di una valvola e aveva riportato ustioni su circa il 50% del corpo.

Trasportato d’urgenza all’Ospedale di ‘Torrette’ di Ancona, era stato dichiarato in prognosi riservata e poi trasferito nella struttura romagnola.

Ustionato in modo più lieve un collega, Gianni Calcagnile, di 45 anni, anche lui di Veglie, colpito al viso, che era stato medicato e subito dimesso. Al momento dell’incidente, l’impianto era chiuso. Fiori e Calcagnile, dipendenti di una ditta appaltatrice, la ‘Ferplast‘ di Taranto, stavano facendo lavori di manutenzione in vista della ripresa dell’attività di raffinazione prevista per luglio.