Combine Bari-Lecce, al via il processo

semeraro

BARI   –   E’ iniziato oggi a Bari il processo a carico dell’ex presidente del Lecce calcio Pierandrea Semeraro, dell’imprenditore Carlo Quarta e di Marcello Di Lorenzo, amico dell’ex difensore del Bari, Andrea Masiello, per la presunta combine, in occasione del derby di serie A tra biancorossi e giallorossi.

In quella occasione la squadra del capoluogo perse in casa 0 a 2, grazie anche al famoso autogol del proprio terzino che per questo avrebbe ricevuto in cambio 230.000 €. I tre imputati, accusati di frode sportiva, sono stati citati a giudizio dal pm Ciro Angelillis.

Oggi si sono costituiti parte civile, tra gli altri, 200 tra tifosi del Bari e del Lecce. L’avvocato Francesca Conte, difensore dell’imprenditore Quarta, ha sollevato un’eccezione chiedendo il trasferimento del processo a Lecce dove si sarebbe verificato il presunto pagamento di una parte del denaro

. Su questo si pronuncierà  il giudice monocratico, Valeria Spagnoletti, il prossimo 26 giugno.