Violenze allo stadio, convalidato l’arresto dell’ultrà

Virgilio Coppola

LECCE   –   Sarà giudicato per direttissima ad ottobre Virgilio Coppola, 27 anni, nato a Mesagne e residente ad Erchie, finito in manette domenica mentre lanciava sassi contro le forze dell’ordine. Il tifoso violento del Lecce si è presentato nelle scorse ore davanti al giudice Maddalena Torelli, che ha convalidato l’arresto, disponendo l’obbligo di dimora e di firma, come richiesto dal magistrato di turno, il sostituto procuratore Massimiliano Carducci.

L’ultrà ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato. Intanto le indagini condotte dagli agenti di Polizia proseguono a 360° gradi. L’arresto di Coppola, di certo, non sarà l’unico.

Le immagini di tutte le violenze che si sono verificate all’interno e all’esterno del ‘Via Del Mare’ sono tante. Migliorano, fortunatamente, le condizioni dei 9 agenti di Polizia feriti durante i disordini, 6 della Questura di Lecce, tre del Reparto Mobile di Taranto.

 Sono stati tutti dimessi dal ‘Fazzi’ subito dopo le cure ricevute dai medici del Pronto Soccorso.