Tentata violenza sulla dipendente, il barista respinge le accuse

Tribunale Penale - LE

LECCE  –  Ha negato ogni addebito l’imprenditore 28enne di Lizzanello, accusato di violenza sessuale continuata e aggravata dall’abuso del rapporto di lavoro, nei confronti di una dipendente di 20 anni leccese

Si è svolto in mattinata davanti al gip Giovanni Gallo, l’interrogatorio di garanzia.

L’uomo, assistito dagli avvocati Enrico Gargiulo e Lorenzo Colonna, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Lecce.

A dare il via all’indagine, la denuncia della giovane che avrebbe subito palpeggiamenti ed atti osceni. Poi l’episodio più grave che l’avrebbe spinta a denunciare: l’imprenditore, dopo averla palpeggiata l’avrebbe inseguita saltandole addosso tentando di avere un rapporto, procurandole anche delle ferite.