Ritenta il suicidio e muore 67enne di Galatina

minaccia suicidio a Galatina 0

GALATINA (LE)  –  È riuscito nel suo intento, drammatico, quello di togliersi la vita. Una disperazione talmente profonda che lo ha portato alla morte. La paura, il terrore per un gesto tanto drammatico non lo hanno fermato e così un 67enne di Galatina,un passato in Marina, si è lanciato dal terrazzo del suo appartamento, in una palazzina di Galatina, proprio davanti allo stadio comunale  ed è morto.

Lo scorso 30 maggio ci aveva riprovato. Eccolo l’uomo, sul terrazzo, mentre si sporgeva paurosamente nel vuoto, tenendo con il fiato sospeso tantissimi testimoni, le stesse persone che hanno fatto scattare i soccorsi.

Sul posto erano arrivati i vigili del fuoco attrezzati per ogni emergenza, i carabinieri e la Polizia. Parlandogli, con una pressante ma cauta opera di convincimento, erano riusciti a farlo desistere.

Il 67enne era stato portato in ospedale e ricoverato sino a ieri in Psichiatria. Era stato dimesso, i medici lo avevano visto più tranquillo, avevano ritenuto che potesse tornare a casa.

Ma evidentemente nella sua mente nulla era cambiato. È tornato a casa, poi è risalito su quel terrazzo e questa volta, senza clamori, si è buttato.

I soccorritori del 118 lo hanno prelevato e portato in ambulanza al ‘Vito Fazzi’ dove è morto poco dopo, in tarda mattinata.

 

Foto di Antonio Castelluzzo