Rinnovare la classe dirigente e passare subito alle riforme. Il centrodestra perderà ancora, se perderà tempo su questa strada

Paolo Pagliaro

Così non va. Perdere anche nella regione baluardo del centrodestra non è un fatto che può passare sotto silenzio. Il problema è che il Centrodestra non solo ha perso in Puglia ma ha anche perso male.

Fatto salvo il dato relativo alla drammatica astensione (che già dovrebbe costituire un elemento di forte critica interna) è davvero spiacevole dover accettare una sconfitta così sonora in tutti i Comuni.

Ma non ci sorprende affatto. E il discorso vale per tutta l’Italia.

Se si continua a ritardare quel processo di rinnovamento della classe dirigente del centrodestra, il destino è segnato, e i cittadini saranno sempre più spietati nei loro giudizi.

Bisogna portare a compimento il percorso di riforme che il Paese attende  e che il nostro Movimento non solo auspica, ma invoca da tempo. 

Riformismo e rinnovamento della classe politica sono l’unica arma che il centrodestra possiede per evitare altri schiaffi come quello di domenica e lunedì scorsi.

 

Paolo Pagliaro

Coordinatore Regionale MIR Puglia