dilloatelerama@gmail.com: proteste, disagi, ingiustizie… inviaci foto e video

www.trnews.it

dilloatelerama@gmail.com, tutto attaccato e tutto minuscolo: ecco l’indirizzo e-mail che da giorni è il filo diretto tra il telegiornale di TeleRama e i suoi telespettatori. Se hai una protesta da far pervenire alle istituzioni competenti, se hai una proposta per migliorare lo stato delle cose, dilloatelerama@gmail.com.

Ma anche se vuoi segnalare, magari documentando la tua segnalazione con foto o video, anche scattate o riprese amatorialmente, uno scempio ambientale, una situazione di pericolo, un malfunzionamento della Pubblica Amministrazione, un disservizio nei trasporti, nella sanità, o nei servizi al cittadino, l’email a cui rivolgersi è dilloatelerama@gmail.com.

Commenti

  1. ANTONIO SCIURTI scrive:

    Mi chiamo ANTONIO SCIURTI lavoro nella zona industriale di Lecce. penso di non essere il primo a fare questa lamentela cioè fare tutti i giorni per 4 volte al giorno il percorso per andre a lavoro facendo delle gincane per evitare tutte le buche che esistono sul tutto il percorso evitando di danneggiare l’autovettura, GIà DANNEGGIATA…….. QUANTO apetteremo ancora prima di vedere il manto stradale nuovo?
    A CHI SIDEVE FARE IL RECLAMO….RESTO A VS DISPOSIZIONE SALUTI

    1. anna scrive:

      Gentile redazione Grazie per questa opportunità che date a noi lettori è cittadini . Io ragazza di 37 anni di Lecce lavorante presso l’azienda q8 statale Lecce vernole bloccata a letto da una settimana per VIA di una violenta influenza non Ho potuto avere assistenza medica dal mio medico di base è vergognoso ad oggi io sono ancora a letto con nausea , vertigini è una vergogna vergogna vergogna

      1. leonarth the templar scrive:

        Gentilissima Anna ho letto appena il tuo messaggio,non posso che darti ragione,mi dispiace per il disservizio che ti sta capitando,ma fosse solo quello,se volessimo elencare tutte le cose che qui’ nel mezzogiorno non vanno, non basterebbero fiumi di inchiostro,per scrivere 70 lunghi anni di storia, sin dal dopo guerra,di cose che qui’ non funzionano e non funzioneranno mai,e la colpa cara sorella Anna sai di chi e’ sopratutto? di chi ci amministra a livello sia regionale,provinciale,e per ultimo i mafiosi dei comuni,ma una buona parte della colpa c’e’ l’habbiamo anche noi cittadini,con il nostro modo di fare Omertoso che abbiamo,perche’ non denunciamo mai in massa alle Autorita’ competenti,a testate giornalistiche,in tv,a sputtanare in tutta l’intera nazione ed anche oltre le Alpi che qui’ e’ peggio dell’Africa o dell’albania o giu’ di la’ e cosi’ via, insomma paesi da terzo mondo arretrati piu’ di 50/70 anni rispetto ai Paesi del Centro nord Europa.Ti capisco benissimo il tuo sfogo,ed e’ giusto che lo lo esterna e lo pubblichi,sai Sorella Anna,io sto accarezzando l’idea tra non molto di andare a vivere in carinzia sud dell’Austria,bhe li e’ tutto un’altro mondo,e vero che paghi le tasse, ma ti vengono ricambiate in servizi efficienti,se faro’ questa scelta e’ perche’ ne ho le scatole piene di questa nazione,tanto piu’ del paese dove vivo “manduria in territorio jonico (ta),se capiti da queste parti ti accorgi della realta’di come vive questo popolo primitivo, che non vuole cambiare.Se ti va’ di rispondermi cara Anna io sono Leonardo,puoi mandarmi anche un messaggio su l’indirizzo di posta elettronica:lancillottosalentino@gmail.com tanto stai pur certa che ne io ne tu da soli potremmo cambiare le cose nel salento,solo l’unione di molti che la pensano come noi rovescerebbero le cose in meglio. comunque coraggio sorella,pensa a rimetterti e astare bene c’e’ un vento di primavera che minaccia cose brutte, e probabile che ci sia molto sangue per le strade,la gente e’ stufa e non c’e’ l’ha fa’ piu’visto che con le vie democratiche non si sta ottenendo nulla si passa alla fase successiva, e questa e’ dolorosa,prepariamoci a stare tutti uniti e fare come i nostri fratelli Veneti “INDIPENDENZA-INDIPENDENZA-INDIPENDENZA-,come la stessa Scozia,o catalogna in Spagna loro si stanno battendo per avere una loro indipendenza,amministrarsi da soli nella prorpia regione,contea federazione ecc.ecc.Io mi sono stancato di essere schiavo di questo stato sanguisuga,non arrivo piu’ alla 2 settimana sono al collasso e a rischio pignoramento casa da parte degli strozzini bancari o banche usurai,credimi vorrei scappare via da questa nazione,con o senza moglie e figli ,loro sono gia’ grandi possono decidere da soli dove stare,la moglie,fa’ cio’ che ritiene piu’ giusto, o rimanere o seguirmi.
        Attendo una tua risposta nient’altro, ha dimenticavo, ma tu ti senti una Salentina vera doc? io lo sono stato per qualche anno ,poi sono rimasto delusissimo di tante cose,vabbe’ non fa’ niente,Vive la france.A presto sorella Anna.

  2. Gaetano scrive:

    Caro signor sindaco Perrone, cosa si aspetta a sistemare la tangenziale Est (segnaletica orizzontale, verticale ed illuminazione) come è stato fatto sulla Ovest? Ormai è diventato un pericolo transitare per detta tangenziale specialmente al buio e quando piove. Si dia da fare e non pensi soltanto a mungere moneta dai suoi concittadini mentre voi non siete nemmeno capaci di ridurvi il lauto stipendio rispondendo che potrste farlo soltanto se necessario. E meno male che vi hanno votato.