Tentata estorsione: Traversa condannato a 7 anni

tribunale di lecce

LECCE  –  E’ stato condannato a 7 anni di reclusione con le accuse di tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale, Dario Traversa, il 30enne di Ruffano, ferito e poi accusato di favoreggiamento nell’ambito del processo per l’omicidio di Roberto Romano.

E’ stato invece assolto con la formula per non aver commesso il fatto il presunto complice Rocco Panico, 62enne di Andrano, difeso dall’avvocato Francesco Accoto. Il processo si è svolto davanti ai giudici della II sezione penale del Tribunale di Lecce (presidente Michele Toriello).

Secondo l’accusa, i due imputati, avrebbero minacciato di morte telefonicamente e tramite una missiva l’allora amministratore unico della Tecneco Filtri srl con sede a Collepasso, per costringerlo a consegnargli 40.000 €. Un piano fallito perchè, nel frattempo, Traversa fu arrestato il 6 luglio del 2006 dai carabinieri di Ruffano con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Entrambi, inoltre – sempre stando all’accusa – avrebbero piazzato e fatto esplodere una bomba all’ingresso degli uffici della Tecneco Filtri che danneggiò le vetrate anteriori, la struttura metallica prospiciente l’ingresso e le pareti anteriori dell’edificio.

Traversa è assistito dagli avvocati Francesco Vergine e Alfredo Cardigliano.