Droga in auto e nel lampadario, 2 arresti

carcere di Brindisi

BRINDISI  –  Nascondigli improbabili per sostanze stupefacenti. Come quello improvvisato da un 47enne di Brindisi che aveva occultato la droga nel lampadario della cucina. Nonostante la fantasia del presunto pusher, i carabinieri della Compagnia di Brindisi sono riusciti a individuare 108 grammi di hashish nell’abitazione di Paolo Chiarella, arrestato in flagranza di reato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La droga è stata scovata nel lampadario durante una perquisizione domiciliare: i militari hanno bussato alla porta di Chiarella, e senza tralasciare alcun dettaglio, hanno fiutato la presenza dell’hashish nel singolare nascondiglio.

Un classico, invece, l’arresto eseguito dai carabinieri della Stazione di Latiano che hanno stretto le manette attorno ai polsi di un 22enne del posto, sorpreso con la droga in auto. Antonio Viva è stato trovato in possesso 30 grammi di eroina su suddivisa in 21 dosi, e la somma contante di 50 €, ritenuta provento di attività illecita.

La droga, il denaro ed il veicolo sono stati sottoposti a sequestro.

Viva e Chiarella sono nel Carcere di Brindisi a disposizione del pm di turno.