Ruba un’auto e per la seconda volta si schianta, grave 30enne di Melissano

Antonio Russo

 RACALE (LE)    Per due volte nel giro di poche ore ha rubato due auto e per due volte durante la fuga si è schiantato contro un muro. È l’incredibile vicenda capitata ad un uomo di Melissano, Antonio Russo, 30 anni, ora in ospedale in gravi condizioni.

Se l’è cercata, è proprio il caso di dirlo, e non gli sono bastate le manette che martedì pomeriggio i carabinieri di Casarano gli avevano stretto ai polsi dopo averlo bloccato in seguito alla rocambolesca fuga a bordo di una Clio parcheggiata in una strada di Taviano di cui si era impossessato. A bordo c’era anche la moglie che dopo lo schianto, nei pressi di una rotatoria sulla via per Racale, è rimasta ferita, imprigionata tra le lamiere. Lui però, pur di sfuggire alla cattura, ha abbandonato la donna tentando una fuga a piedi. I carabinieri lo hanno bloccato, arrestato e messo ai domiciliari, mentre la moglie è stata soccorsa dal 118.

All’alba, chissà con quali intenzioni, Antonio Russo si è allontanato di casa nonostante i domiciliari. Si è impossessato di un’altra auto, questa volta una Fiat Panda parcheggiata in una strada di Racale, ma all’uscita del paese, ancora un incidente. L’auto si è schiantata contro un muro e questa volta le ferite che ha riportato sono state gravissime. Per estrarlo dalle lamiere sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco mentre il 118 lo ha trasportato al ‘Vito Fazzi’ dove è ora ricoverato in prognosi riservata.

È agli arresti naturalmente, tenuto sotto stretta osservazione dai carabinieri di Casarano che intanto stanno conducendo le indagini sull’accaduto.

Il 30enne, volto ben noto alle forze dell’ordine, pare fosse anche tossicodipendente. Forse a spingerlo a tanto la necessità di approvvigionarsi di droga.