Caro presidente Vendola, altro che patrimonio straordinario, l’Acquedotto Pugliese è solo un privilegio straordinario

Paolo Pagliaro

E’ questo il patrimonio straordinario di cui parlava il Presidente Vendola riferendosi all’Acquedotto Pugliese. Vi ricordate? Il presidente della Regione difendeva il valore di un’opera monumentale che ha fatto la storia della Puglia e che , quindi, la Regione non si sarebbe mai lasciato sfilare dalla mani.

E come si fa a farlo scappare, visto che rappresenta una vera e propria miniera d’oro per i vertici di AQP. Dipendenti vessati e sottopagati e dirigenti formato Las Vegas.

Il MIR Puglia contesta senza esitazioni la vergognosa situazione che sta emergendo e si schiera al fianco dei sindacati che stanno combattendo una battaglia di verità e giustizia.

Siamo perfettamente in linea con quanto dichiarato in queste ore da alcune sigle sindacali e sottoponiamo con forza all’analisi del ‘saggio’ presidente Vendola, se i privilegi che stanno venendo alla luce sono la causa o l’effetto della sua Puglia Migliore.

Se tornare a casa, nonostante l’ente provveda al manager una foresteria negli ambienti aziendali, sia proprio normale. Se è altrettanto normale che la benzina la debbano pagare solo i lavoratori e se gli stipendi in oggetto sono all’interno di una soglia di ragionevolezza.

 Vendola dica ai suoi conterranei se il patrimonio straordinario dell’Acquedotto Pugliese è questo.

Paolo Pagliaro

Coordinatore Regionale MIR Puglia