Al Teatro ‘Paisiello’ di Lecce, l”Otello’ di Rosaria Ricchiuto

LECCE  –  Gli studenti del Liceo ‘Virgilio’ Lecce  in collaborazione con la Compagnia ‘Teatro Solatia’ diretta dall’attrice e regista Rosaria Ricchiuto, portano in scena stasera alle 20 l Teatro ‘Paisiello’ di Lecce, l’‘Otellodi William Shakespeare con ingresso gratuito. 

L’evento s’inserisce nell’ambito del progetto ‘Virgilio in scena’ con il patrocinio del Comune  e della Provincia di Lecce.

Per la originale regia di Rosaria Ricchiuto che, già lo scorso anno, aveva convinto sempre al Teatro ‘Paisiello’,  con la ‘sua’ ‘Medea’ di Euripide, nell’ambito della stessa rassegna del Comune di Lecce e a conclusione del medesimo progetto ‘Virgilio in scena’.

L’evento è, dunque, inserito in Teatro in jeans’, VI rassegna di teatro delle scuole, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce e diretta da Carla Guido.

Il laboratorio teatrale del liceo ‘Virgilio’, diretto da Rosaria Ricchiuto in collaborazione con la referente del liceo prof.ssa Gabriella Calogiuri, quest’anno si è cimentato con l’impegnativa rilettura e l’adattamento in 3 atti dell’’Otello’ di Shakespeare nei suoi molteplici piani di lettura: il rapporto con il ‘diverso’, l’aspirazione degli uomini alla felicità ma soprattutto il contrasto tra essere ed apparire, tutto giocato sul paradosso coloristico tra il bianco Iago (brutto, diabolico, corrotto) e il nero Otello (bello, angelico, virtuoso), trasferito dal piano estetico a quello etico ed elevato ad espressione dell’ambiguità della natura umana.

Ma la tragedia shakespeariana è per antonomasia il dramma della follia omicida scatenata dalla gelosia ed ecco perchè, con un originale gioco di suggestioni artistiche contemporanee (Merini, Pasolini, Tenco, Bene…), la rappresentazione offre spunti di riflessioni su quell’attualissima ‘strage di donne’, quel femminicidio che ogni giorno si consuma anche nella nostra società per molti versi ancora arcaica e patriarcale, costruita sul potere maschile.

Originalissimo lo sdoppiamento dei protagonisti, Otello e Desdemona, che è affidato agli ‘spiriti di Carmelo Bene’, grazie alla temeraria sperimentazione della regista che porta in scena uno stralcio di un’opera scritta dal grande maestro salentino e mai messa in scena prima d’ora.

Ancora una volta, siamo certi, la Ricchiuto ed i giovani ‘attori’ del liceo ‘Virgilio’, sapranno offrire uno spettacolo all’altezza delle promesse ed in grado di ben competere con i lavori delle compagnie formate da attori professionisti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*