Lupiae, il sindaco nomina il CdA: Turi presidente in pectore

Lupiae Servizi

LECCE   –  La nomina del CdA della Lupiae Servizi arriva nella mattinata insieme all’ufficialità. Il trio che andrà a guidare la partecipata del Comune di Lecce è formato da Maurizio De Meis, candidato alle ultime elezioni con Io Sud, Gabriele Ciardo, nome che ha avuto la meglio su Dante Altomare indicato da Angelo Tondo.

Ciardo è stato candidato alle ultime elezioni amministrative con Grande Lecce.

Tatiana Turi invece è la donna che entra in quota PDL, nome che fa riferimento a Fiorino Greco. Lei è il presidente in pectore, perchè è il CdA che nomina il presidente.

Torna in quel di Palazzo Carafa, Fabio Campobasso, come revisore dei conti. Doppietta per lui: pochi giorni fa l’ingresso in assise provinciale al posto di Renato Stabile, volato nel governo di Antonio Gabellone.

Oggi il bis al Comune di Lecce con la nomina come revisore della municipalizzata. Il decreto entrato in vigore lo scorso 4 maggio che sancisce le incompatibilità in enti pubblici, potrebbe toccare la posizione di Campobasso e metterlo di fronte ad una scelta. Ma sono questioni che si andranno ad affrontare da qui a qualche giorno.

Giungono gli auguri di buon lavoro a tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione da parte di diversi esponenti della maggioranza a Palazzo Carafa. Ma auguri a parte, il nuovo CdA si troverà ad affrontare mesi non facili. La partecipata da diverso tempo sta facendo i conti con il rosso in bilancio e i problemi del personale.

I revisori dei conti del Comune di Lecce, nella loro relazione, hanno parlato di una situazione critica da risanare al più presto, perchè il deficit della municipalizzata influisce sul bilancio comunale. Al nuovo CdA, il compito di sventare il peggio.