Inseguimento in mare: presi 2 contrabbandieri

Guardia di Finanza

BRINDISI  –  Trasportavano sigarette da contrabbando nel cuore della notte a bordo di uno scafo cercando di raggiungere la costa brindisina. Ma sono stati fermati intorno alle 2 dai militari della Guardia di Finanza che li avevano intercettati poco prima attraverso le unità aeronavali predisposte al servizio di controllo e contrasto dei traffici illeciti in mare.

Finiscono in manette un 43enne e un 55enne della provincia di Brindisi, arrestati in flagranza di reato. Nel natante, lungo 12 metri, nascondevano 3 quintali e mezzo di sigarette di contrabbando, marca Yesmoke provenienti dall’estero.

Un’operazione movimentata per gli uomini della sezione navale che, guidati dal capitano Vincenzo Capone, nell’arco di un’ora e mezza hanno assicurato alla giustizia i due contrabbandieri. Dopo aver intercettato lo scafo lungo una rotta sospetta, sono intervenuti intimando l’alt ai due scafisti che anzichè eseguire l’ordine, hanno tentato di prendere il largo. Ne è nato un inseguimento, durante il quale i due contrabbandieri hanno tentato manovre di sganciamento a folle velocità nonostante il buio. Mezz’ora dopo una vedetta veloce della Guardia di Finanza è riuscita ad abbordare lo scafo individuando il carico di bionde.

Contemporaneamente lungo la costa brindisina nei pressi del potenziale sbarco, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e sequestrato una Fiat Bravo, risultata rubata il giorno precedente e che con molta probabilità, sarebbe servita per il trasporto delle sigarette provenienti dal mare.