“Monteco non paga gli straordinari”, la denuncia di FLI

Gianfranco Taurisano

FRANCAVILLA FONTANA (BR)   –   Lavoro straordinario e aggiuntivo specie nei festivi, eppure non pagato come invece prevederebbe il contratto. Una decina di dipendenti della Monteco in servizio a Francavilla si sarebbero quindi rivolti ad un legale a tutela delle proprie ragioni, dei loro interessi, soprattutto del loro denaro.

A lanciare l’allarme, è stato il segretario cittadino di Futuro e Libertà Gianfranco Taurisano che spiega: “La società affidataria dell’appalto raccolta rifiuti dell’ATO BR2 si sarebbe resa responsabile di  gravi violazioni inerenti il contratto di lavoro e, nello specifico, della mancata o comunque ridotta corresponsione del quantum dovuto per prestazioni di lavoro straordinario e festivo”.

Sull’argomento FLI chiede, quindi, l’attenzione del commissario Mariarita Iaculli affinchè proceda alle opportune verifiche. Anche perchè la questione, secondo Taurisano, potrebbe essere anche più complessa.  “Se tutto ciò è già di per sè molto grave  per la rilevanza delle violazioni contestate all’azienda – ha incalzato il segretario  di Futuro e Libertàè ancor più grave l’altra ipotesi, peraltro intimamente collegata alla prima. E cioè, la Monteco chiederebbe ai lavoratori di prestare lavoro straordinario e festivo senza retribuirli a norma di legge ma, al contrario,  si farebbe  corrispondere dal Comune di Francavilla Fontana quanto previsto contrattualmente”. 

Dai riscontri effettuati dal segretario di partito le inadempienze contrattuali da parte della Monteco, tutte ovviamente da verificare, risalirebbero  sin dal 2010.  Secondo la teoria di FLI, “ai lavoratori utilizzati  nel lavoro straordinario verrebbe corrisposta solo una parte delle ore lavorate, mentre a quelli utilizzati nel lavoro festivo non verrebbe corrisposta la dovuta maggiorazione”.

“A questo punto – ha concluso Taurisano – alla dottoressa Iaculli chiederemo non solo di fare luce sull’inquietante vicenda, ma anche di verificare la effettiva corrispondenza delle prestazioni Monteco a quanto previsto dall’onerosissimo appalto e,  nel caso fossero accertate  altre violazioni, di procedere, quanto più tempestivamente ed incisivamente possibile,  alla tutela dei legittimi interessi del Comune di Francavilla Fontana”.