‘Banda del bancomat’ ancora in azione, colpo da 40.000 €

Bancomat

VILLA CASTELLI (BR)   –   La ‘banda del bancomat’ non si ferma. Sempre più scatenati i malviventi che nella notte hanno messo a segno un altro colpo, fuggendo con un bottino da 40.000 €. Preso di mira a Villa Castelli lo sportello automatico della banca di Credito Cooperativo di S.Marzano, in via Ceglie Messapica.

Il bancomat è stato fatto esplodere intorno alle quattro con lo stesso modus operandi dei precedenti assalti, utilizzando cioè delle infiltrazioni di gas. Tuttavia non essendo riusciti in un primo momento a mettere le mani sul denaro, i banditi hanno forzato la porta di ingresso della filiale con un piede di porco e dall’interno  hanno completato il lavoro, prelevando il contenuto della cassaforte e provocando ingenti danni all’edificio.

Sul posto, i carabinieri della Compagnia di Francavilla Fontana guidati dal capitano Giuseppe Prudente e i colleghi della locale Stazione, che hanno acquisito le immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza dell’istituto di credito. La banda torna così a farsi viva a una settimana di distanza dal blitz al postamat del rione Sant’Elia di Brindisi, fallito grazie al provvidenziale sistema macchia-soldi.

Da oltre un mese gli investigatori sono sulle tracce di un gruppo di malviventi che scorrazza a bordo di un’Audi scura tra le province di Brindisi, Lecce e Taranto, svuotando gli sportelli automatici delle banche. Solitamente la banda entra in azione nel weekend, com’è già accaduto a Pezze di Greco, Cisternino, Torre Canne, Ceglie Messapica e Torre Santa Susanna, ma anche a Fragagnano, nel tarantino e in provincia di Lecce, a Cavallino.

Appuntamenti a cadenza settimanale che hanno portato nelle tasche dei malviventi fior di quattrini, per un bottino che complessivamente supera i 300.000 €.