Migliaia di fiaccole per Melissa

fiaccolata

MESAGNE (BR)   –   Il 19 maggio si conclude così. Con migliaia di fiaccole che, nella notte, illuminano le strade di Mesagne. Con migliaia di persone che, in silenzio, ricordano Melissa. Con migliaia di cuori che in soli 2 chilometri, sublimano un anno di dolore, angoscia, paura.

 E la reazione di due comunità, Brindisi e Mesagne, unite sotto le stelle del cielo di primavera.

Unite nel lutto, unite nella speranza. In una fiaccolata che chiude la due giorni di commemorazione dedicata a Melissa Bassi, in strada sembra esserci tutto il Salento. Un serpente di persone, giovani, anziani, bambini. Isitituzioni. Non una parola, non una risata.

Solo un moto continuo, interrotto solo da un breve, brevissimo, momento di ulteriore cordoglio quando il cordone passa da via Torre, di fronte alla porta di ingresso di casa Bassi. E il silenzio viene squarciato solo dal pianto del cane di Melissa che, un anno fa come oggi, piange alla luna.

Il corteo, guidato da Azzurra, Selena e Sabrina, taglia in due la città. Quindi, si ferma in villa Comunale. Ultimo atto di una lunga giornata. Ultimo atto, di un lungo anno: vissuto senza Melissa, vissuto per un po’, senza speranza. Vissuto con la paura e il terrore che Brindisi e Mesagne, le due comunità coraggiose, hanno alla fine spazzato via.