Rapina armata e ladri di merendine, venerdì 17 da brividi a Francavilla

carabinieri

FRANCAVILLA FONTANA (BR)  –  Start alle 21, orario di chiusura per il supermercato ‘Carucci’ di via Cesare Battisti. Proprio durante le operazioni di chiusura contabile, fanno irruzione nell’esercizio sito a ridosso della periferia, due uomini con volto travisato da un passamontagna e armati di pistola.

La minaccia delle armi, puntate contro i dipendenti, ha permesso ai due malfattori di fuggire via con 600 € in contanti prelevati da una cassa, rendendo inutile il pur tempestivo intervento dei carabinieri della locale Compagnia, sul posto dopo essere stati allertati dai gestori dell’esercizio.

Neppure il tempo di completare i rilievi del caso che i militari sono stati chiamati ad intervenire nei pressi delle due scuole più prestigiose della città.

Prima al Liceo Scientifico ‘Ribezzo’ di via Filzi, dove era stata tentata una irruzione, poi sventata dal tempestivo innesco del sistema di allarme interno che ha messo in fuga i ladri, fuggiti via a mani vuote. Poi, al Liceo Classico ‘Vincenzo Lilla’, dove i furfanti dopo essere penetrati all’interno della struttura sfruttando prima un ingresso secondario e poi una finestra del piano terra, hanno scassinato il distributore di snack e bevande, portando via il denaro al suo interno. Quindi, sono fuggiti via. Non prima di trafugare anche un personal computer portatile lasciato incustodito in Sala-professori.

Anche in questo caso sul posto  insieme ad una pattuglia di vigilanti, i carabinieri della locale Compagnia che, agli ordine di Giuseppe Prudente, sono sulle tracce degli autori dei colpi. Non è detto  però, che i rapinatori del supermarket siano gli stessi dei furti nelle scuole. Anzi, la logica farebbe pensare al contrario. Per quanto la logica possa contare in una calda e umida notte di venerdì 17.