Notte della Taranta, Sollima incontra l’orchestra, ma non c’è l’accordo formale

MELPIGNANO (LE)  –  La Notte della Taranta non ha ancora un presidente  dopo le dimissioni di Massimo Bray, ma ha il suo nuovo maestro concertatore, anche se la scelta non è stata formalizzata: si tratta del mago del violoncello, Giovanni Sollima, che nel pomeriggio di oggi e alle 10 di domani darà il via alle prove con l’Orchestra, all’interno del Convento degli Agostiniani.

Il celebre violoncellista palermitano che sostituisce Goran Bregovic, cercherà di contaminare la pizzica salentina con le sue provocazioni musicali, che spesso uniscono l’elettronica alla musica classica.

Sollima è un musicista che vanta collaborazioni con grandi artisti internazionali, da Claudio Abbado a Philip Glass a Patti Smith, ma non ha mai disdegnato le collaborazioni con musicisti emergenti salentini, come è avvenuto nel caso dei diversi progetti ideati con il leccese Andrea Senatore.

Questi due giorni di prove serviranno a stabilire un feeling tra il maestro concertatore e l’orchestra della Notte della Taranta: sarà necessario strutturare un canovaccio, perchè i tempi stringono. La Fondazione si è trovata a dover affrontare nuovi tagli, ma non ci sarà un passo indietro: questa nuova scommessa, secondo gli organizzatori, servirà a rinvigorire quello che resta il più grande festival musicale del Mediterraneo.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*